Registro Nazionale Aiuti di Stato Un problema o una soluzione?

I nuovi avvisi di FONARCOM
1 Agosto 2017
Le Faq sui fondi interprofessionali
8 Agosto 2017

Registro Nazionale Aiuti di Stato Un problema o una soluzione?

Dal 12 agosto 2017 sarà operativo il Registro nazionale degli Aiuti di Stato. Il 28 luglio sono stati infatti pubblicati il regolamento 31 maggio 2017 che disciplina il funzionamento del Registro Nazionale degli Aiuti di Stato e il decreto direttoriale 28 luglio 2017 che fornisce le specifiche tecniche per l’ utilizzo del sistema.

Primo strumento informatizzato attivato da un Paese membro per il controllo e la pubblicità degli aiuti di Stato, Il Registro permette di verificare che le agevolazioni pubbliche siano concesse nel rispetto delle disposizioni previste dalla normativa comunitaria, specie al fine di evitare il cumulo dei benefici e, nel caso degli aiuti de minimis, il superamento del massimale di aiuto concedibile imposto dall’Unione europea.

Lo strumento consente, inoltre, a tutte le amministrazioni pubbliche titolari di misure di aiuto di effettuare i controlli amministrativi necessari con modalità automatiche, grazie al rilascio di specifiche “visure” che recano l’elencazione dei benefici di cui l’impresa ha già goduto negli ultimi esercizi evitando, in tal modo, duplicazioni di interventi da parte di diverse amministrazioni e scongiurando il superamento dei limiti massimi concedibili a ciascuna impresa imposti dalla disciplina UE.

Grazie all’inserimento nel Registro, ad opera delle amministrazioni titolari, degli elementi identificativi delle misure di aiuto istituite e delle concessioni operate a favore delle singole imprese lo strumento raccoglierà tutte le informazioni in grado di rendere efficaci i controlli necessari superando il sistema, fin qui  adottato, basato sulla richiesta alle imprese di dichiarazioni sostitutive.

Il Registro è già interconnesso con molti sistemi informativi fra i quali il Registro delle imprese, per l’acquisizione di informazioni relative ai soggetti beneficiari degli aiuti e con i registri SIAN  e SIPA sui quali continueranno ad essere inseriti gli elementi relativi agli aiuti relativi ai settori dell’agricoltura e della pesca.

 

 

L’adozione delle nuove modalità tecniche è il frutto di una reingegnerizzazione della Banca dati istituita presso il Ministero con la legge n. 57/2001.

In particolare sarà possibile disporre di visure relative agli aiuti già concessi e registrati in banca dati, utili nella fase propedeutica alla concessione delle agevolazioni.

Le informazioni raccolte in fase di registrazione degli aiuti concessi sono in linea con le norme relative alla trasparenza in ambito europeo, di cui all’art. 9 del regolamento (UE) n. 651/2014 e alla comunicazione della Commissione 2014/C 198/02, e possono, pertanto, costituire adempimento degli obblighi di trasparenza predetti.

 

Il Registro Nazionale degli Aiuti di Stato (RNA) rappresenta un’importante azione di sistema che coinvolge tutti i soggetti gestori di aiuti di Stato in Italia, finalizzata a dotare il Paese di uno strumento atto a verificare che le agevolazioni pubbliche siano concesse nel rispetto dei limiti previsti dalla normativa comunitaria, ampliando e rafforzando gli obblighi di controllo, pubblicità e trasparenza.

Il RNA è progettato per consentire ai soggetti gestori di effettuare i controlli amministrativi in fase di concessione degli aiuti, raccordando le proprie procedure amministrative e la propria strumentazione ai servizi telematici offerti dal Registro. Si colloca pertanto nel perimetro degli strumenti a supporto del miglioramento della governance multilivello e della capacità amministrativa e tecnica delle pubbliche amministrazioni nei programmi d’investimento pubblico.

La realizzazione del registro prevede la progettazione e la realizzazione dei servizi per gli enti gestori di agevolazioni pubbliche. È previsto inoltre l’accompagnamento e il sostegno alla capacity building delle amministrazioni e dei soggetti gestori delle agevolazioni attraverso diversi canali, online e upfront.

In particolare le attività comprendono:

– Azioni di capacity building e supporto agli utilizzatori del RNA nell’identificazione delle prassi attuative ed interpretative in materia di aiuti di stato alle imprese con riferimento agli step procedurali nella fase di implementazione del Registro

– Progettazione grafica, realizzazione e redazione del sito web del Registro, aperto al pubblico e completo dei dati relativi alla trasparenza sulle misure di aiuto e sugli aiuti individuali come da art. 9 Reg.to GBER

– Supporto ai gestori, sia attraverso l’esposizione delle funzionalità e delle utilità del Registro, sia nell’utilizzo dello strumento dalle fasi di accredito, sia nella registrazione delle misure e degli aiuti.

 

Condividi l'articolo:
error