privacy medici e sanzioni

 

Molti medici ricevono sanzioni per oltre 1.000 euro per aver preso alla leggera le misure tecniche di sicurezza e in conseguenza hanno esposto i loro sistemi informatici al pericolo di violazione con la perdita di molti certificati di malattia dei loro malati

La nuova normativa sulla privacy è stata alleggerita sul piano burocratico, ma contemporaneamente sono state introdotte misure tecniche da applicare all’interno degli studi medici e sui computer utilizzati per l’attività.

Le sanzioni per inadempimento privacy sono doppie: penale e civile

I medici sanzionati  sono stati accusati sui due differenti piani: penale e civile.

L’accusa penale è stata convertita in una multa da € 30.000 da pagare entro 30 giorni, mentre la sanzione amministrativa è tuttora in via di definizione e oscillerà tra i € 10.000 e i € 120.000 per ciascun medico.

Pertanto, la non corretta applicazione della normativa sulla privacy e delle relative misure di sicurezza causa una sanzione compresa tra i € 40.000 e i € 150.000, oltre ai problemi di risvolto penale (costi avvocati, cause, spese legali, …).

La notizia di quanto accaduto fino ad oggi nella regione Lazio lascia molto spazio di discussione anche presso altri ordini dei medici di tutto il territorio nazionale

Come ci si può tutelare?

Semplice adottando poche regole come la raccolta dei consensi l’archiviazione crittografata e un sistema di sicurezza anti intrusione alla portata di tutti.

Vuoi sapere come fare? chiamaci e ti aiuteremo noi

Condividi l'articolo:
error